Progetto ABA Connected

holding hands inside screen mother son

ABA CONNECTED è un nuovo sistema di intervento che ha l’obiettivo di creare un progetto intensivo ABA senza che la distanza diventi una barriera per la buona riuscita. Il progetto è rivolto sia bambini e ragazzi con autismo che a utenti con altra difficoltà comportamentale.

Grazie a tecniche di staff management basate sull’ABA e a tecniche di precision teaching, il progetto viene erogato in tutta Italia e a tutti gli utenti all’estero parlanti italiano.

Decine di famiglie ogni anno si rivolgono a Voce nel Silenzio per ottenere servizi ABA per il loro bambino con autismo o con altra difficoltà comportamentale. Molte di queste ci contattano da luoghi troppo distanti dalla sede per potere erogare servizio. A tali famiglie, l’accesso al nostro intervento ABA è stato per molto tempo negato.

Dal 2019 Voce nel Silenzio fornisce interventi di Telehealth (assistenza a distanza) per aiutare le persone che ci chiedono servizio da luoghi lontani dalla sede. L’emergenza legata al COVID19 ha ovviamente comportato un’esplosione delle richieste di tale servizio e Voce nel Silenzio ha provveduto ad accelerare la formazione del personale interno al fine di fornire assistenza a un numero maggiore di utenti.

Dopo analisi dei risultati del progetto pilota effettuato nel 2019 con alcuni utenti volontari, Voce nel Silenzio propone dal 2020 ABA CONNECTED, un nuovo sistema di intervento che ha l’obiettivo di creare un progetto intensivo ABA in remoto, a distanza.

Il nuovo progetto è frutto di una attenta analisi delle difficoltà riscontrate nella gestione di un utente a distanza, per questo motivo è prevista una gestione del caso in équipe tra un senior tutor (assistente analista del comportamento), un analista del comportamento e la Teacher leader di Voce nel Silenzio: le 3 figure professionali concorrono a un’analisi dei bisogni e delle difficoltà per stendere un piano di intervento specifico per ogni utente.

  1. Fornire ai genitori di bambini con autismo o altra difficoltà comportamentale gli strumenti per potere fronteggiare la disabilità o le difficoltà comportamentali
  2. Avviare un progetto di intervento ABA onnicomprensivo (che riguardi tutti i più importanti aspetti della vita della persona)
  3. Ridurre i comportamenti problema dell’utente
  4. Incrementare le abilità funzionali dell’utente (colmare i deficit)
In altri termini…
I professionisti di Voce nel Silenzio guidano genitori, insegnanti e tutor ABA (terapisti) ad applicare procedure scientifiche per (e non solo!)
  1. Insegnare il linguaggio
  2. Insegnare il gioco autonomo e l’auto-occupazione
  3. Insegnare a condividere con gli altri
  4. Insegnare le autonomie necessarie per la vita
  5. Insegnare a studiare
  6. Ridurre comportamenti problematici
Bambini, ragazzi o adulti he presentano:
  1. Autismo
  2. Disabilità intellettiva
  3. Iperattività e deficit di attenzione
  4. Difficoltà di apprendimento, autonomia e socialità
  5. Problemi legati al sonno
  6. Problemi legati all’alimentazione quali selettività alimentare e rifiuto del cibo
  7. Comportamenti provocatori, aggressivi e di mancata ubbidienza agli adulti
  8. Difficoltà di apprendimento e motivazione a scuola e/o durante lo studio (dalla scuola materna all’università), quali difficoltà di lettura, di scrittura, di calcolo e di studio autonomo
  9. Difficoltà educative in generale
  10. Difficoltà di autonoma a seguito di danno cerebrale dovuto a trauma o ad altre cause
  11. Deficit nella crescita della performance sportiva
  12. Pensieri ricorrenti non giustificati che causano quelle che comunemente chiamiamo “paura”, “tristezza” o “rabbia”
  13. Problemi coniugali
  14. Autonomia e collaborazione da parte dell’utente di terza e quarta età

Tutta italia.
Il servizio è inoltre attivo per cittadini italiani residenti all’esterno e per cittadini esteri parlanti italiano.

Il progetto comporta 8h mensili di servizio frontale via piattaforma online, via telefono, messaggistica e servizi di clouding. Le 8h potranno essere divise in sessioni da 2h o 4h, in base a necessità organizzative e relative agli obiettivi del progetto. In base alle necessità dell’utente inoltre, una o più delle 8h potrebbero essere impiegate nell’analisi da remoto di videoregistrazioni delle sessioni di intervento, con il fine di produrre indicazioni operative di correzione.

Gli interventi di assistenza a distanza (telehealth) vengono usati da oltre 20 anni in medicina (Es: cura di pazienti con problemi cardiaci cronici, pazienti che hanno subito ictus, etc.) e sono supportati da molte ricerche scientifiche. Per esempio, nel campo della psichiatria i servizi di telehealth hanno comportato grande soddisfazione da parte sia dei pazienti che dei medici.

Gli analisti del comportamento (consulenti ABA) erogano servizi di telehealth per persone con autismo negli USA e in altri paesi da più di 10 anni.

In una revisione degli studi prodotti per persone con autismo, Ferguson e colleghi (2019) riportano che l’assistenza telehealth può essere una valida base per gli interventi ABA, perché tutti gli studi esaminati hanno riportato miglioramenti degli utenti primari (es: bambino con autismo) o secondari (es: genitore).


E’ doveroso fare presente che la tecnologia alla base degli interventi di telehealth è ancora giovane e necessita di molti miglioramenti, per questa ragione alle già citate procedure di telehealth e all’intervento ABA per l’autismo, ABA CONNECTED offre altri vantaggi:

  1. Una gestione dell’intervento in équipe: l’utente si interfaccia con un solo operatore, ma analisi dei dati e decisioni operative vengono prese insieme a un supervisore analista del comportamento e a una Teacher Leader.
  2. Lo staff viene gestito con tecniche di Performance Management volte a garantire alti standard di qualità del servizio erogato.
  3. La formazione degli utenti primari (con disabilità) e secondari (genitori, tutor ABA, insegnanti) che usufruiscono del servizio viene condotta con tecniche di Precision Teaching, volte a garantire alti ed efficienti risultati.

A giugno del 2021, non ci risulta che alcun servizio ABA in Italia abbia simili caratteristiche.

ABA CONNECTED è un progetto di assistenza ABA a distanza per utenti con autismo o altra difficoltà comportamentale. Esso si distingue dal comune intervento via computer di un consulente ABA perché mette in pratica:
  1. Rigore scientifico
  2. Intervento in équipe
  3. Tecniche di Performance Management
  4. Tecniche di Precision Teaching
In ABA CONNECTED il genitore, o utente secondario, deve:
  1. Comunicare i problemi di comportamento del proprio bambino o ragazzo allo staff
  2. Comunicare ciò che il proprio bambino ha difficoltà a fare
  3. Concordare una strategia di intervento basata sull’ABA con lo staff
  4. Eseguire gli esercizi correttivi indicati con il proprio bambino o ragazzo
  5. Consegnare dati (Es: conteggi, videoregistrazioni) allo staff per monitorare l’andamento.

Gli interventi ABA richiedono impegno e dedizione. Come indicato dalla letteratura scientifica di riferimento, un intervento ABA può radicalmente migliorare le possibilità delle persone con autismo o con altre difficoltà comportamentali, ma ciò richiede un intervento scientifico, accurato e sistematico con il bambino, ragazzo o adulto.

Per questa ragione riteniamo utile chiarire fin da subito che ABA CONNECTED è rivolto a quei genitori (o caregivers, in caso di utenti adulti) che decidono di “rimboccarsi le maniche” e seguire ogni istruzione di Voce nel Silenzio per aiutare il proprio bambino. Senza una stretta collaborazione, l’intervento sarà una perdita di tempo completa o darà risultati trascurabili.

Siamo italiani. Molti genitori e molti professionisti sostengono che “la mamma deve fare la mamma”, e assolutamente “non dovrebbe fare la terapista”.

Ma cosa vuol dire “fare la mamma”? In genere i professionisti a cui si rivolge questa domanda hanno difficoltà, perché non esiste una definizione univoca del comportamento di “mamma”. In pratica, quello del “la mamma deve fare la mamma” è un condizionamento culturale.

Per noi di Voce nel Silenzio, “fare la mamma (o il papà)”, vuol dire una cosa sola: aiutare un bambino a crescere affinché abbia tutte le opportunità che hanno i suoi pari. Con ogni strumento disponibile. Lo strumento che mettiamo a disposizione è la scienza applicata del comportamento (ABA).

Inoltre molti professionisti sembrano ignorare che la letteratura scientifica sostiene enormemente l’intervento ABA applicato dai genitori (Lovaas 1987; Lovaas, 1993), persino diretto dai genitori (Sallows & Graupner, 2005; Hayward, et al. 2009), ed esistono in merito interi manuali (un esempio: Keenan et al. 2000: “L’istruzione dei genitori come terapisti per l’autismo”).

Contattare la segreteria di Voce nel Silenzio via Whatsapp o SMS al numero:
349 2579 121. La segreteria è attiva il mercoledì e venerdì dalle 15 alle 18.

oppure Inviare un messaggio WhatsApp o chiamare direttamente il Direttore dei Servizi ABA (Dott. Michael Nicolosi) al 347 0411 481.

oppure Inviare un’ e-mail a vocenelsilenzio@gmail.com. Per ulteriori informazioni: